VENTIMIGLIA ALTA

Centro Storico di Ventimiglia

LA STORIA

HOME

I MONUMENTI:

La Cattedrale

Chiesa di San Michele

Convento delle Canonichesse Lateranensi

Biblioteca Aprosiana

Porta Canarda

Forte dell'Annunziata

I GIARDINI BOTANICI

COMITATO DI QUARTIERE

IMMAGINI

COME ARRIVARCI

DOVE DORMIRE

AVVENIMENTI

CONTATTARCI

Nel 180 a.C. Album Intimilium sorgeva sulla sponda del fiume Nervia. Divenne possedimento dei romani dal II sec. a.C., e i suo centro storico fu strasferito sulla collina a destra del fiume Roja, per sfuggire alle invasioni baribariche. Durante il periodo romano si arricchì di ville, case condominiali, acquedotti, fontane, un foro pubblico, un teatro e perfino delle terme. Nel 1251, dopo la dominazione dei Conti di Ventimiglia e altri combattimenti, i genovesi conquistarono la città. Da quel momento la città seguì le sorti e i destini di Genova, con i suoi periodi di difficoltà e le sue glorie: la Guerra di Successioene Austriaca, laRivoluzione Ligure del 1797, Napoleone e altri eventi, fino ad essere assegnata infine al Piemonte Sabaudo.

Nel '900 Ventimiglia ebbe un consistente sviluppo demografico, specialmente per l'immigrazione destinata ai lavoratori frontalieri. La parte bassa della città registrò un grande sviluppo edilizio e commerciale; di pari passo la vita culturale iniziò un risveglio che portò gli studiosi a parlare di Ventimiglia come della "Ercolano delNord", con la riscoperta di sito archeologici e la rifioritura delle antiche tradizioni popolari, come quella della Battaglia dei Fiori, dei Cortei storici e degli Sbandieratori di Ventimiglia.